DPCM e Music Together: facciamo chiarezza!

Come molti sanno, SolFaMì svolge con bambini e genitori attività in gruppo. Per questo, alcune famiglie interessate alla nostra proposta di educazione musicale potrebbero restare perplesse rispetto all’effettiva possibilità di svolgimento di simili attività in periodi e in zone, come la Regione Emilia-Romagna in queste settimane, in cui si applicano restrizioni e limitazioni proprio riguardo ad assembramenti e incontri, specialmente in luoghi chiusi.

Vogliamo quindi fare chiarezza in merito a due aspetti: la legittimità e la sicurezza.

Quanto alla legittimità, abbiamo studiato nel dettaglio ciascuno dei DPCM emanati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, allegati inclusi (!), per verificare l’effettiva aderenza della tipologia di attività proposta (gli incontri musicali fra bambini e genitori con il metodo Music Together) a quanto previsto dalle norme a tutela della salute. La lettura della normativa ci ha rassicurato riguardo alla liceità della nostra proposta ludico-educativa.
In particolare, si fa riferimento ai seguenti punti:
– art. 1, comma 9, punto c del DPCM 14 gennaio 2021
– allegato 8, sezione 2.2

Passando alla sicurezza, abbiamo investito in termini organizzativi e di dotazioni per poter garantire questo aspetto all’interno delle nostre “classi”. Elenchiamo qui le principali misure adottate:
– gruppi poco numerosi, presidiati e tracciabili:
** da 4 a 
6/7 famiglie al massimo, a seconda dell’ampiezza della sede
** 
un solo accompagnatore adulto per ogni bambino iscritto,
** gruppi chiusi (la cosiddetta “bolla”) con tracciamento delle presenze,
** presenza costante di due insegnanti in classe a garanzia dell’applicazione delle norme;

– scrupoloso rispetto delle misure igienico-sanitarie: 
** pulizia e disinfezione di ambienti, supporti e oggetti utilizzati in classe,
** disinfezione delle mani per tutti i partecipanti,
** 
obbligo di DPI per tutti i partecipanti maggiori di 6 anni,
** 
distanziamento superiore a 1,5 metri fra un gruppo famigliare e l’altro,
** 
aerazione costante degli ambienti
** dotazioni di strumenti e attrezzi esclusive per ciascun gruppo

– chiarezza, trasparenza e collaborazione:
** adozione di un protocollo di sicurezza conforme alla normativa
** sottoscrizione di un patto di corresponsabilità con le famiglie

Proseguire il nostro lavoro in questo periodo non è privo di conseguenze, sia sul piano organizzativo che su quello economico. Anche le nostre famiglie si stanno accollando una parte dei costi, contribuendo con somme un più alte rispetto ai trimestri pre-Covid19. Ma le conseguenze maggiori le stiamo sperimentando sotto il profilo relazionale, chiedendo a noi stessi, ai genitori e ai bambini uno sforzo di adattamento a modalità di relazione che non ci sono connaturate. Riteniamo però che si tratti di un servizio necessario per il benessere di bambini e genitori e per questo siamo motivati ad andare avanti.

Per concludere, vogliamo che si sappia che siamo grati alle famiglie che ci stanno dando fiducia in questi mesi. Quelle che ci conoscono da tempo e hanno accettato di adattarsi e quelle che ci vengono a conoscere e scelgono di rimanere con noi. Insieme stiamo trovando nuovi modi per stare bene, per crescere e divertirci, in famiglia e in comunità, grazie al potere ristoratore della musica!

La Stralunata Banda di SolFaMì